E' l'aumentato dell'assorbimento del ferro alimentare che determina un progressivo accumulo di ferro nell'organismo.

E' una malattia ereditaria molto frequente. Non molto considerata e  scoperta molto volte casualmente o in conseguenza della comparsa di una delle sue patologie. Dà segno di sé solo negli stati avanzati, con sintomi molto diversi tra loro. La diagnosi è tuttora  poco conosciuta ed è molto spesso confusa con l'epatopatia alcoolica.

Può essere curata in modo assai efficace se identificata in tempo. Tuttavia la mancanza di sintomi anche nello stato avanzato della malattia può giocare a svantaggio del paziente.

Il valore tossico del ferro molto lentamente provocherà  piano-piano gravi danni come la cirrosi epatica, diabete, impotenza nell'uomo, iper ed ipotiroidismo, alterazioni mestruali nella donna e sterilità in entrambi, scompenso cardiaco e aritmie, artropatie e osteoporosi.

Queste sono alcune delle problematiche della malattia accertata che compaiono di solito all'età adulta (40/60 anni). L'emocromatosi, come tutte le malattie ereditarie, può presentarsi in modo diverso a seconda dell'individuo, rendendo sempre più difficile una diagnosi precisa.

La terapia dell'emocromatosi nella maggior parte dei casi è poco costosa e di facile attuazione. Consiste nel prelevare e rimuovere settimanalmente una quantità di sangue (circa 400cc) così da eliminare il ferro stimolando l'organismo a produrre sangue fresco così da utilizzare il ferro in eccesso.

 

 

 

 


 

 


 

 

 

 

Carta dei diritti degli Emofilici

Mail: info@amareonlus.it

Pec: info@pec.amareonlus.it

www.amareonlus.it

Telefono Associazione: 392 619 61 27

Presidente: 348 168 60 39

Managed by Angelo Lupi