• Di che cosa si occupa l'Associazione?
    Neoplasie mieloproliferative croniche Philadelphia negative, incluse la Policitemia Vera e trombocitemia Essenziale Piastrinopenie e piastrinopatie Disordini del metabolismo del ferro Malattia di Rendu-Osler Trombofilie congenite o acquisite Malattia di von Willebrand Anomalie del fibrinogeno Deficit di fattore II, fattore V, fattore VII, fattore VIII, fattore IX, fattore XI, fattore XIII Deficit fattoriali acquisiti o secondariLeggi tutto
  • Cosa vogliamo ottenere
    potenzialità della nostra Regione sensibilizzazione degli organi competenti, riordino e potenziamento potenziamento delle associazioni formazione ed aggiornamento delle conoscenze abbattimento dei personalismi.Leggi tutto

Eventi

Cose da sapere......

Ambasciatori per l'emofilia

Donazioni & votazioni

Fai una donazione.

Fai una donazione.

Collaborazioni attive

Punto e - Fedemo

Punto e - Fedemo

Nuovo sito d'informazione FedEmo

Carta dei diritti dell'emofiliaco

Carta dei diritti degli Emofilici

Eseguito intervento di “colecistectomia laparotomica” su paziente EMOFILICO.

Terzo intervento svolto presso l’Ospedale Santo Spirito di Pescara dal Dott. Monteferrante della 3° Chirurgia diretta dall’Equipe del Dott. Basti in sinergia con l’Unità Operativa Semplice Dipartimentale (UOSD) Centro Emofilia, Malattie Emorragiche e Trombotiche congenite diretta dal Dott. A. Dragani.

La colecistectomia laparoscopica nello specifico quella di ultima generazione “3D” è un intervento proposto relativamente di recente e dopo 10 anni dalla sua applicazione ‚ garantisce un trattamento sicuro ed efficace per i pazienti.

In confronto con la colecistectomia convenzionale, la laparoscopia offre il grande vantaggio di ridurre il dolore postoperatorio ed il periodo di convalescenza.

 

Il paziente EMOFILICO dovrà seguire un protocollo stabilito dall’Ematologo facendo attenzione ai livelli di FATTORE VIII nel sangue.

I problemi estetici legati alla cicatrice laparotomica sono assai ridotti.

Il rischio di lesioni alla via biliare principale è sostanzialmente sovrapponibile a quello presente con la tecnica convenzionale. L'intervento ‚ comunque effettuato in anestesia generale per poter far fronte alla possibilità di una conversione immediata in laparotomia, nei casi non sia possibile completare l'intervento per la presenza di aderenze o flogosi o situazioni anatomiche particolari che aumentino notevolmente il rischio di lesioni iatrogene della via biliare o dell'arteria epatica.

I pazienti vengono dimessi mediamente entro 2 giorni dall'intervento, per un soggetto EMOFILICO i giorni diventano circa 8.

Il ritorno ad una attività lavorativa regolare può essere fatto entro la prima settimana dall'intervento.

La tecnica laparoscopica riduce sostanzialmente i costi legati alla degenza ospedaliera ed al recupero fisico postoperatorio.

Malattie Rare Esentate Codice Esenzione

Progetti

Centri di Riferimenti Abruzzo

A.MA.R.E. lo Sport

Press Room

Centri Emofilia Italia

Attività  Progetti  Utilità

 

Amare per conoscere Nemo

Progetto piscina

Aiuto Psicologico Dott. Francesco Vadini

Arrampicata per la vita

Screening e infiltrazioni.

App HemMobile Pfizer

Chiamaci in caso di bisogno.

App Pharmadd

Chi è online:

Abbiamo 118 visitatori e nessun utente online

Contatti:

Mail: info@amareonlus.it

Pec: info@pec.amareonlus.it

www.amareonlus.it

Telefono Associazione: 392 619 61 27

Presidente: 348 168 60 39

Managed by Angelo Lupi